L’ artigiano con il telefono che scotta.

Sei un artigiano e sei a casa di un tuo cliente a fare un lavoro dove devi fare bene.

Prova ad immaginare la scena che segue >>>

Lavori con concentrazione per dare il meglio ma il telefono ☎️ inizia a suonare in modo incessante.

Stacchi per un attimo e posi gli attrezzi.

Già dal primo squillo inizi a pensare chi potrebbe essere a chiamarti proprio in quel momento.

Togli il cellulare di tasca e guardi chi é!

E’ il signor Rossi che ti cerca insistentemente, un tuo buon cliente.

Adesso devi scegliere se premere il verde, rispondendo, o il rosso, declinando la chiamata.

Possono aprirsi 2 scenari, diversi ma con risultato, spesso, negativo in entrambi i casi.

Se premi il verde, rischi di innescare la distrazione da quello che stai facendo.

Magari, se hai intorno il cliente, non sarà contento che durante il suo lavoro tu debba fare il centralinista.

Se invece premi il rosso, fai arrabbiare il signor Rossi che diventa ancora più pressante.

Ps: lo sappiamo bene che oggi, nessuno vuole più aspettare.

Una volta non era così! Il cellulare era usato per le emergenze e non per tutto quello che passa per la testa. Ma oggi il lavoro dell’artigiano é anche questo.

Senza organizzare anche queste evenienze, il rischio di perdere un cliente é altissimo.

Il trucco consiste nel mixare correttamente il nostro mestiere con la tecnologia che abbiamo a disposizione.

In pratica, é indispensabile diventare artigiani tecnologici. Senza eccedere ma inserendo quello che serve per accontentare 2 clienti in un colpo solo.

Come possiamo ovviare a tutto questo? 

Per prima cosa dobbiamo fare una piccola analisi, cercando di capire quanto impatto ha il telefono sulla nostra gioranta.

Carta e penna, per 3 giorni, ci annotiamo questi 3 elementi: 

  1. Tipologia di chiamata.
    Es. Cliente/Fornitore/Collaboratore
  2. Effettiva necessità della chiamata.
    Es. dai un voto da 1 a 5. 1 è “non serviva” e 5 è il massimo dell’urgenza”
  3. Annota la durata della chiamata.
    Es. 10 minuti

Dopo aver fatto questa piccola analisi potrai capire questi elementi: 

  1. Chi ti chiama più spesso
  2. Chi ti chiama solo per le urgenze
  3. Chi ti chiama anche per niente
  4. Il tempo giusto che dedichi al telefono
  5. Il tempo sbagliato che dedichi al telefono

Una volta capito quanto impatta il tuo telefono sulla produttività, potrai cambiare le regole trovando soluzioni mirate da adottare.

Ad esempio, lavorare con un assistente da remoto che si occupa di rispondere per tuo conto al tuo numero.

Magari, a fine mattinata, ti invia un report che potrai leggere nel momento in hai deciso di occuparti di rispondere a chi ha bisogno di te.

Questa è solo una delle soluzioni per guadagnare un bene che oggi è sempre più raro, il tempo.

Di come é cambiata la situazione dell’artigiano, e di quanto sia importante adeguarsi, ne parlo nel Libro Artigiano Ricco. 

Lo faccio raccontandoti il mio metodo, articolato su:

  • post-vendita artigiano
  • servizio clienti artigiano
  • assistenza clienti artigiano
  • manutenzione in abbonamento

Artigiano Ricco – Il libro che ho scritto per gli artigiani che come me vogliono valorizzare la propria esperienza smettendo di girare come il criceto nella rotella.

Visita la pagina del libro >>> www.artigianoricco.it


Se hai bisogno di supporto, o di qualche spunto, ti lascio il link della pagina dedicata alla mia consulenza su Assistenza Online e Offline.

>>> Consulenza Assistenza Clienti